La divisione Research lavora a programmi di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti alimentari in tutti i comparti del settore agro-alimentare. L’innovazione del processing e del packaging, tramite l’adozione di protocolli tecnici da trasferire al cliente, permette all’azienda un miglioramento della qualità del proprio prodotto che si riflette nella standardizzazione dello stesso, nell’aumento della sua qualità igienica e/o nutrizionale e/o organolettica, nell’aumento della sua shelf-life.

I Principali Progetti di Ricerca

MICROFEROLIV | MICROrganismi FERmentativi e nuove tecnologie di produzione di OLIVe da tavola al naturale. Recupero dei sottocalibri per la produzione di olio da mesocarpo di olive [PON art. 9, Dl 297 del 27 Luglio 1999]. Obiettivo del progetto è stata la valorizzazione di olive da mensa verdi al naturale in relazione alle loro qualità igienica, nutrizionale e sensoriale, onde realizzare moderne produzioni tipiche, orientate anche al benessere del consumatore.

PORTOBABY | Paste di ORTOfrutta per BABYfood – Progetto Alimenta cofinanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico per gli interventi di promozione ed assistenza tecnica a favore dell’avvio delle imprese innovative nel settore agro-alimentare (Progetti innovativi nel settore agroalimentare – Ministero dello Sviluppo economico, 2008-2009). Il progetto mirava allo sviluppo di tecnologie e metodologie innovative volte alla produzione di nuovi prodotti costituiti da paste zuccherine di frutta [clementine] e ortaggi [broccoli di rapa]. Impiegando tecniche di trasformazione innovative si intendeva apportare un contributo originale alle produzioni per l’infanzia, per ottenere miglioramenti nel campo della biosicurezza e della qualità dei prodotti destinati al consumo.

S.Re.Va.Pr.O. | Strategie di Recupero e Valorizzazione del PRocesso produttivo delle Olive da tavola – Intesa Istituzionale di Programma Quadro, Accordo di Programma Quadro Ricerca Scientifica ed Innovazione Tecnologica nella Regione Calabria, Azione 3 – Sostegno alla Domanda di Innovazione nel Settore Agroalimentare. Il progetto si proponeva di aumentare il valore aggiunto di un alimento tradizionale, quale l’oliva da tavola fermentata al naturale, per rafforzare la competitività dell’industria alimentare, puntando non solo sulla “food safety”, ma anche sull’individuazione di nuovi parametri descrittori della qualità nutrizionale, sensoriale e di eccellenza. Il progetto mirava, inoltre, all’individuazione di innovative condizioni di processo con conseguente diminuzione di perdite del prodotto finito ed al riutilizzo di prodotti di scarto.

MI.P.RE.VEGE. | Miglioramento delle Produzioni olearie e Recupero delle acque di VEGEtazione; Domande a valersi sulla Misura 124 – Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo ed alimentare ed in quello forestale – rif. Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2007 – 2013. Il progetto mirava alla valorizzazione dell’olio extravergine di oliva in relazione alle qualità igienica, nutrizionale e sensoriale, onde realizzare moderne produzioni tipiche. Inoltre intendeva sviluppare un processo tecnologico per il recupero dei sottoprodotti di produzione da sempre considerati un onero per l’azienda attraverso una proposta concreta di produzione.

CA.SVI.PR.OLI. | CAratterizzazione, SVIluppo e PRoduzione di OLI extravergine d’oliva e valorizzazione del recupero dei sottoprodotti di produzione. Domanda a valersi sulla Misura 124 – Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo ed alimentare ed in quello forestale – rif. Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2007 – 2013. Le attività previste dal progetto erano finalizzate al miglioramento della qualità competitiva nelle produzioni agro-industriali tradizionali dell’area mediterranea, come quella di olio extra-vergine di oliva, per un incremento di valore aggiunto, ed al recupero e alla valorizzazione dei materiali di scarto della lavorazione industriale.

VAL.S.OLE. | VALorizzazione dei Sottoprodotti delle produzioni OLEarie. Domanda a valersi sulla Misura 124 – Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo ed alimentare ed in quello forestale – rif. Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2007 – 2013. La ricerca è finalizzata alla messa a punto di processi volti al recupero ed al riutilizzo dei rifiuti dell’industria olearia, all’incremento del valore aggiunto dei prodotti derivati dallo scarto industriale e alla valutazione delle ricadute connesse al riutilizzo dei sottoprodotti in altri programmi di ricerca nel comparto agricolo ed alimentare.

L.IN.F.A. | Laboratorio Pubblico-Privato per la Ricerca e l’innovazione nella Filiera Olivicola Avviso Pubblico rivolto allo sviluppo/potenziamento dei Distretti ad Alta Tecnologia e dei Laboratori Pubblico-Privati esistenti- asse 1- “sostegno ai mutamenti strutturali- distretti ad alta tecnologia e relative reti PON-RC 2007-2013 Gli obiettivi progettuali miravano ad elevare il livello di competitività dell’intera filiera olivicola, mediante azioni settoriali riferibili alla fase di produzione e di trasformazione, con un forte accento sulla valorizzazione dei prodotti. Inoltre era previsto l’incremento della qualità del prodotto ed il recupero e la valorizzazione degli scarti dell’industria olearia.

VIABio | “Valorizzazione degli scarti dell’Industria Agroalimentare per il recupero BIOlogico di principi attivi” Ministero dello Sviluppo Economico Azione 1.1.3 dell’Asse I del Programma operativo nazionale «Imprese e competitività» 2014-2020 FESR per i settori applicativi “Fabbrica intelligente” e “Agrifood” – Il progetto in corso di realizzazione  ha come obiettivo primario quello di sviluppare una tecnologia di recupero di composti benefici da scarti di origine vegetale, successivamente verificare l’attività biologica e salutistica dei composti estratti al fine di ottenere degli ingredienti da utilizzare in diversi settori come  la nutraceutica,  gli alimenti funzionali e la cosmeceutica.

SR-INTERNATIONAL | ha lo scopo di internazionalizzare I prodotti tipici della tradizione Italiana prodotti dalla Santa Rita (POR Campania FESR 2014-2020 Avviso pubblico per la concessione di contributi finalizzati al finanziamento di programmi di internazionalizzazione delle micro e PMI campane CUP B25F19000200007).

L’Obiettivo principale del progetto Sr-International è stato il rafforzamento della dimensione internazionale dell’azienda nel settore dell’agroalimentare e l’apertura di un nuovo mercato in Romania. Con i risultati ottenuti con il progetto SR international l’azienda è riuscita a porre le prime basi per la costruzione di una rete commerciale nel mercato rumeno.

Il lancio del nuovo brand SR- international dedicato al mercato rumeno è stato un importante risultato raggiunto grazie alla realizzazione del progetto. Il progetto ha promosso l’immagine della Regione Campania in Europa incentivando le sue tipicità alimentari. La realizzazione delle attività progettuali ha permesso di creare stabili collegamenti tra l’Italia ed il paese target Romania. Nel corso della realizzazione delle attività progettuali, con il supporto del fornitore Business innovation council Srl:

  • È stato realizzato un portale web in lingua inglese ed in lingua romena;
  • Sono state svolte attività di web marketing con lo scopo di promuovere i prodotti aziendali;
  • È stato realizzato lo studio del contesto locale attraverso un piano di internazionalizzazione;
  • Azioni specialistiche di supporto, hanno gettato le basi per la costruzione di un sistema di rete commerciale e di partnership con attori romeni;
  • È stato ideato e realizzato un marchio dedicato, basato sull’originalità e le esigenze di business

Il progetto è cofinanziato dall’Unione Europea, dallo Stato Italiano e dalla Regione Campania, nell’ambito del POR Campania FESR 2014-2020.

Icone_MINISTERO